Descrizione

I Piani attuativi costituiscono, ai sensi dell'art. 107 della L.R. 65/2014, strumenti urbanistici di dettaglio.

Documentazione da presentare

Atti e documenti da allegare

  1. richiesta  in bollo
  2. attestazione del versamento dei diritti di segreteria (vedi Tabella diritti di segreteria);
  3. documentazione ed elaborati grafici previsti dal Regolamento Edilizio e dall'art. 109 della L.R. 65/2014

 

Costi

Il costo relativo ai piani attuativi si  compone delle seguenti voci:

- diritti di segreteria (vedi allegato Tabella diritti di segreteria);

Modalità di pagamento

  1. versamento sul c.c.p. n. 121509 intestato a Tesoreria Comunale;
  2. versamento presso la Tesoreria Comunale, cioè la  Banca del Chianti Fiorentino sede centrale (piazza Arti e Mestieri, 1 - San Casciano V.P.) e le filiali di Mercatale (via Don Minzoni, 1) e Cerbaia (via Empolese, 225),
  3. tramite bonifico bancario (codice Iban IT 79 X 03599 01800 000000132023)

Informazioni

Piani attuativi particolari individuati dal Capo II Sezione III della legge regionale 65/2014 sono:

    Lottizzazioni (art. 115  L.R. 65/2014)
    Piani Particolareggiati (art. 116 L.R. 65/2014)
    Piani per l'edilizia economica e popolare (PEEP) (art. 117 L.R. 65/2014)
    Piani per gli insediamenti produttivi (PIP) (art. 118 L.R. 65/2014)
    Piani di Recupero del patrimonio edilizio  (PDR) (art. 119 L.R. 65/2014)
    Programmi complessi di riqualificazione insediativa (art. 120 L.R. 65/2014)

I Piani PEEP e PIP sono esclusivamente di iniziativa pubblica mentre il piano di lottizzazione e il piano di recupero  sono di iniziativa privata e sono oggetto di convenzione con l'Amministrazione Comunale  che determina le modalità e i tempi di realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria e la cessione delle aree necessarie per la loro realizzazione  e le aree da cedere per il soddisfacimento degli Standard urbanistici di cui al dm 1444/68, il Piano Particolareggiato può essere sia di iniziativa pubblica che privata.

Entro 60 gg dalla presentazione degli elaborati o dal completamento della documentazione necessaria, il Responsabile del procedimento comunica al proponente i tempi previsti per l'adozione del piano. Quindi acquisisce il parere della Commissione Comunale per il paesaggio e successivamente procede al deposito al Genio Civile delle indagini geologiche di fattibilità urbanistica, ai sensi del regolamento regionale di attuazione dell'art. 62 della legge regionale 1/2005,  n. 26/R, come modificato con regolamento n. 53/R.

In caso di intervento in area soggetta a vincolo paesaggistico si provvede altresì alla trasmissione del piano alla Provincia di Firenze, alla Regione Toscana e alla Soprintendenza per la Conferenza dei Servizi ai sensi dell’art. 38  del PIT.

Trascorsi 10 giorni dal deposito al Genio Civile e acquisito il verbale della conferenza dei servizi, ove necessario, si procede all'adozione del Piano.

Dell'adozione viene data comunicazione mediante la pubblicazione di un avviso di deposito  sul BURT e all'Albo Pretorio.

Entro il termine di trenta giorni dalla pubblicazione sul BURT chiunque ha facoltà di prendere visione e presentare osservazioni avverso il Piano.

Trascorsi i termini di cui sopra il Piano viene approvato definitivamente. Un avviso dell'approvazione viene pubblicato sul BURT e dalla data di pubblicazione decorre l'efficacia del Piano.

I piani attuativi sono efficaci 10 anni da tale data.


Piani attuativi:
•Lottizzazione produttiva ATP16 Mercatale - Approvazione
•Variante P.M.A.A. per realizzazione abitazione rurale per azienda agricola Fusi Gianluca: Procedura VAS - Verifica assoggettabilità VAS - Chiarimenti
•Azienda Agricola Il Torriano: ◦Verifica assoggettabilità VAS
◦Documento preliminare
◦Verifica assoggettabilità VAS - allegato 1
◦Verifica assoggettabilità VAS - allegato 2
◦Verifica assoggettabilità VAS - allegato 3
◦Tavola 1
◦Tavola 2
◦Tavola 3
◦Tavola 4
◦Tavola 5

•Piano di recupero Area ex ENEL richiesto dalla società "LENE srl"
•Piano di recupero centro storico capoluogo - Realizzazione box auto via Vignaccia
 

Normativa di riferimento

- Art 5 del RUC (Regolamento Urbanistico Comunale)

- Regolamento edilizio

- L.R. 65/2014

Riferimenti e contatti

Ufficio
Urbanistica e Territorio
Responsabile
Sonia Ciapetti
Indirizzo
Via del Cassero, n.19 - piano terra - 50026 - San Casciano in Val di Pesa
Fax
055 8256332
E-mail
s.ciapetti@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *